Festa dei Ceri e Corsa dei ceri 2013

ceri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come ogni anno, il 15 Maggio la famosa città medievale di Gubbio, vive la sentita Festa dei Ceri, gli eugubini sentono molto la manifestazione e partecipano con fervore ed entusiasmo.
La festa ha origini molto remote e alcuni studiosi le fanno risalire alle cerimonie pagane in onore della dea Cerere. Altri ancora ipotizzano festeggiamenti dopo la vittoria di Gubbio contro le 11 città alleate. Ma l’ipotesi più credibile ed attendibile, oltreché la prediletta dagli eugubini stessi, è riconducibile alla figura di Ubaldo Badassini, Vescovo di Gubbio nel XII secolo ed oggi Santo Patrono della città, Sant’Ubaldo.

Il santo, amatissimo dal popolo, morì il 16 Maggio del 1160, e tutti i cittadini fecero un pellegrinaggio con candele accese. Da quella data la processione si tiene ogni anno la sera della vigilia della morte, appunto il 15 Maggio, con l’offerta di ceri votivi da parte delle Corporazioni di Arti e Mestieri.Coloro che appartengono alle corporazioni delle arti più ricche, ossia dei Muratori, Merciai e Vetturari, se ne andavano gaudenti e iubilantes con tre grandi ceri di legno, ricoperti di cera.
Ancora oggi i Ceri rivestono un ruolo molto importante per i festeggiamenti, la Corsa dei Ceri è definita una tra le più folli e caratteristiche e pazze d’Italia con la particolarità che si tiene tutta in salita.

I Ceri sono Continua a leggere